+39 02 962 53 21
·
Settore Immobiliare
·
Settore Societario
·
Lun - Ven 09:00-12:30 / 14:00 - 18:30
Richiedi preventivo

Notaio e società: cosa c’è da sapere se stai pensando di fondare un’azienda

Per creare una società serve un notaio? Sicuramente la risposta è sì, è direttamente la legislatura a richiedere la presenza di questo professionista nel momento di apertura di una società, ma facciamo un passo indietro.

Il mondo giuridico è estremamente complesso, e lo diventa ancora di più quando si affaccia e dialoga con quello imprenditoriale.

Dall’altro lato quando si parla di nuovi imprenditori si tratta solitamente di persone che non hanno mai avuto un’azienda, che raramente hanno la conoscenza del sistema, ma piuttosto sognatori che rincorrono un’idea e arrivano al momento in cui decidono di concretizzarla.

Se guardiamo questi due lati: cavilli da un lato, e inesperti dall’altro è subito chiaro come il notaio, in campo di società, si ponga come un ponte tra l’imprenditore e la materializzazione del suo sogno.

Mediatore e punto di riferimento per chi vuole aprire una società, il notaio fornirà risposte e chiarimenti al mare di domande che sorgono quando si inizia a spulciare nel cassetto della burocrazia.

Quindi sì, la legge impone la presenza di questa figura professionale, ma è necessario soprattutto per aiutare ed assistere il nuovo imprenditore, rendendolo cosciente di ciò che andrà a firmare.

Notaio e società, perché è indispensabile

Nell’ambito dell’apertura di una società, il notaio si occuperà di informare il suo cliente e orientarlo nella scelta della tipologia societaria. Società di persone o società di capitali? E poi, quali tra le sottocategorie? 

Domande da un milione di dollari per chi non è mai entrato nell’ambito imprenditoriale.

E soprattutto, si tratta di un punto chiave, perché da questa scelta derivano conseguenze importanti come l’autonomia patrimoniale della società, la gestione delle quote del capitale sociale e la tutela dei patrimoni personali dei soci.

È il notaio a dare forma alla società, in base alle esigenze dell’imprenditore, alla sua vision e alle sue possibilità monetarie, analizzando il rischio d’impresa e consigliando la strada più adatta.

Per ufficializzare l’apertura della società il notaio dovrà occuparsi della redazione dell’atto costitutivo e dello statuto societario.

Un’altra parte fondamentale perché questi documenti regoleranno la vita dell’azienda, mostrandosi come un vero e proprio libretto di istruzioni che regolamenta qualsiasi aspetto d’impresa.

L’esperienza in materia di società del notaio e la sua professionalità garantiscono che vengano regolamentati anche quei dettagli che passerebbero inosservati a una mente inesperta.

In ultimo, il notaio dovrà occuparsi della registrazione della società presso la Camera di Commercio e il Registro delle Imprese, e si occuperà in futuro di eventuali modifiche nello statuto, oppure in caso di cessione azienda.

Contattaci per maggiori informazioni su notaio e società.

Notaio e società